Natale nel cuore - 4/2016

C’era un pastore poverissimo, tanto povero che non aveva nulla. Quando i suoi amici decisero di andare alla grotta portando qualche dono, invitarono anche lui. Ma lui diceva: «Io non posso venire: sono a mani vuote, che posso dare?». Ma gli altri tanto dissero e fecero, che lo convinsero.
Così arrivarono dove era il bambino, con sua madre e Giuseppe. Maria aveva tra le braccia il bambino e sorrideva vedendo la generosità di chi offriva cacio, lana, o qualche frutto. Scorse il pastore che non aveva nulla e gli fece cenno di venire. Lui si fece avanti imbarazzato. Maria, per avere libere le mai e ricevere i doni dei pastori, depose dolcemente il bambino tra le braccia del pastore che era a mani vuote.
(Silvano Fausti)

Figlie della Chiesa 4.2016
Natale nel cuore - 4/2016