Formazione: l’opzione fondamentale

Formazione: l’opzione fondamentale

Lun, 26 Feb 18 Famiglia Carismatica Consacrate "Ecclesia Mater"

In Allegato il testo originale in lingua spagnola 

Carissime Sorelle secolari: vicine ad iniziare il periodo quaresimale ci disponiamo ad ascoltare la Chiesa nella voce del Papa, per viverlo con tutta l’intensità e tenerlo presente nel cammino di formazione. 
Ricordiamo ciò che la nostra Regola ci chiede: “essere attente alla voce del Magistero della Chiesa e accettare la mediazione dei responsabili, come aiuto nel camino di adesione a Cristo” ("Regola di Vita di Ecclesia Mater").

 Scegliere e optare son due cose diverse.

La volontà è quella che ci porta a scegliere una cosa tra tante altre, ma non dobbiamo dimenticare che scegliere è anche rinunciare.
Ogni volta che scegliamo una cosa stiamo rinunciando ad altre; per questo motivo, quando scegliamo qualcosa dobbiamo pensare anche a ciò che “lasciamo”.

Per noi è molto importante la nostra scelta di consacrare a Dio la nostra vita secolare al servizio della Chiesa e nel mondo. Questa è per noi una scelta perenne. Invece, l’opzione è un atto del cuore che permette di radicare in noi, per sempre, quella consacrazione che abbiamo accettato un giorno come risposta al Signore.

Scegliere una cosa non vuol dire che la possediamo già per sempre. Soltanto optare per quella è mettere le radici nel cuore. Una volta abbiamo detto SÍ a Gesù Cristo col nostro cuore e abbiamo deciso di seguirlo in Ecclesia Mater: questa opzione è quella che fa il nostro impegno permanente.

Quest’opzione fondamentale si mantiene con la rinovazione constante della nostra appartenenza a Dio, che dobbiamo fare a partire dalla nostra libertà e fedeltà, perché è molto facile che ci allontaniamo dal cammino scelto, di servizio e donazione, per dedicarci ai nostri propri interessi. Scambiamo con facilità la sequela di Gesù per le nostre povere aspirazioni, desideri e sicurezze. 
Dobbiamo stare attente perché alcune volte in maniera inconscia non vogliamo giocarci il tutto, vogliamo vivere la nostra consacrazione con i nostri egoismi e sicurezze, non vogliamo complicarci la vita. Per questo ci costa tanto fare opzioni che c’impegnino e ci disistallino dai nostri piaceri e comodità.

Vivire in pieno la nostra consacrazione secolare significa saper scegliere, tra altri molti modi di servire il Signore, quello per cui abbiamo optato e offerto per sempre il nostro cuore: Ecclesia Mater. 

Carissime Sorelle, facciamo nostro il messaggio del Papa sulla Quaresima e viviamo con gioia l’esperanza pasquale.