Una gioia condivisa in famiglia!

Una gioia condivisa in famiglia!

Lun, 05 Mar 18 Associazione FdCh Famiglia Carismatica

In una fredda mattina di fine gennaio, poche ore dopo il levar del sole, la piccola comunità di Mater Divinae Gratiae che è in Ischia, unitamente alla Fraternità dei Figli della Chiesa e ad un gruppo di cari amici simpatizzanti, ha vissuto una vera e propria "primavera dello spirito".

Tutti uniti alla cara Suor Jimena che - venuta dalla Bolivia, da qualche mese ci allieta con la sua gioiosa presenza nel Centro eucaristico “Madonna della Pace” - abbiamo partecipato alla sua rinnovazione dei Voti. L’Eucaristia è stata presieduta dal Vescovo di Ischia, Monsignor Pietro Lagnese che, da sempre affezionato alle Figlie della Chiesa, ha voluto celebrare nella cappella privata del suo appartamento, in episcopio. Era presente Suor Maria Santos García che, in qualità di Vicaria della Madre Generale, ha accolto la rinnovazione dei Voti.

La celebrazione, bellissima nella sua semplicità, preparata nei minimi dettagli, è stata allietata da bellissimi canti, alcuni anche nella lingua nativa della nostra sorella, che esprimevano gioia e riconoscenza al Signore.

 Molto intenso è stato il momento in cui Suor Jimena ha pronunciato la formula dei Voti di castità, povertà e obbedienza nelle mani di Suor Maria Santos, alla presenza delle sue consorelle Suor Tomasa e suor Mimma, Consigliera della Delegazione d’Italia, anche lei da poco qui ad Ischia, e di tutte noi che ci sentiamo parte viva in questa Famiglia Carismatica che respira il carisma ecclesiale di Madre Maria Oliva Bonaldo.

 È stata una comunione di cuori, un unico sentire, un unico sì a Dio che ringraziamo e lodiamo ogni giorno per la presenza di queste Sorelle che tanto hanno donato e tanto donano alla Chiesa di Ischia e in modo particolare alla comunità parrocchiale (Chiesa dello Spirito Santo) in cui sono inserite.

Dopo la Messa, colazione in Famiglia nella sala da pranzo del Vescovo con brindisi a base di cornetto caldo e cappuccino! E poi... via, ognuno alle proprie faccende giornaliere e al proprio lavoro col cuore grande, traboccante di gioia e gratitudine per il dono di grazia ricevuto e col desiderio di trasmettere l’esperienza vissuta..