Fuori dal nido…

Fuori dal nido…

Mer, 19 Set 18 Fondatrice

     La famiglia si disperse. Papà Giuseppe restò con i figli più grandicelli – Gina, quindicenne, e Antonio, quattordicenne – ai quali accudiva la zia Emilia accorsa a dare una mano nella disgrazia. Stella, di 3 anni, fu data a balia; Giovannina e Lelia furono accolte nella casa delle zie Giuseppina, Filomena e Marietta, che vivevano con nonno Titta. Maria, che nell’ottobre del 1904 aveva completato a Bassano l'istruzione elementare fino alla quinta classe, fu mandata a Treviso, nel collegio delle Suore Canossiane, per frequentarvi le scuole “tecniche”, corrispondenti alle attuali medie, e avvicinarsi alla carriera magistrale come le zie Marietta e Giuseppina. La separazione fu dolorosissima. […]
     A 14 anni, nel 1907, Maria lasciò il collegio di Treviso con idee molto chiare sul proseguimento dei suoi studi. Le scuole Canossiane non avevano il diritto di dare in proprio i titoli di studio e le alunne erano costrette a sostenere gli esami presso le scuole pubbliche. Maria non sopportava questa situazione e, persuasa anche che una scuola pubblica l'avrebbe meglio preparata a vivere nel mondo, decise di trasferirsi a Venezia; si iscrisse nella scuola normale femminile “Elena Corner Piscopia”, alloggiando nel convitto delle Suore Dorotee di Don Luca Passi, dove ora c'è il Piazzale Roma.
(S. Garofalo, Storia di un Carisma, p. 32.33-34)