In cammino…

In cammino…

Gio, 30 Nov 17 Discernimento

Quando parliamo di discernimento spirituale è bene assicurarci che ci sia un approccio adeguato. È importante accostarci al discernimento nella consapevolezza che il piano salvifico di Dio ci coinvolge non come persone isolate, prive di un legame vicendevole, ma come soggetti ecclesiali, cioè appartenenti ad un popolo, il popolo di Dio, in cammino verso di Lui (cf. Lumen Gentium, 9). Dio infatti ha voluto formare un popolo, al quale ha rivelato il Suo Volto. Gli ha rivolto la Sua Parola e lo ha guidato lungo gli avvenimenti della storia. Gli ha chiesto di essere segno della Sua Presenza tra le genti e annunciatore della Sua infinita misericordia. Lo ha reso depositario della Sua rivelazione, giunta a compimento con il Mistero dell’incarnazione, morte e risurrezione di Gesù, unico e universale mediatore di salvezza per tutti i popoli della terra.

Cristo è inseparabile dal suo Corpo, che è la Chiesa: noi. Questo vuol dire che il progetto di Dio si scopre come volontà di salvezza che realizziamo pienamente nella comunione vicendevole (cf. 1Cor 12,4-12).

Alla luce di questo possiamo capire perché la Chiesa sia garante e custode di discernimento. Infatti la sua missione è di trasmettere nel tempo e nello spazio il disegno di Dio, svelando all’essere umano il sogno di Dio. La Chiesa ci insegna a percorrere la strada lungo la quale possiamo ricercare e riconoscere la volontà di Dio, seguendo le istruzioni trasmesse dal Signore e ricordate dallo Spirito. È lo Spirito Santo che attualizza nella Chiesa di tutti i tempi e di tutti i luoghi l’unica rivelazione portata da Cristo agli uomini, rendendola efficace e viva nel cuore di ciascuno. Infatti la Chiesa è continuazione nella storia dell’operare di Cristo. C’è un legame inscindibile tra Gesù e la Sua Chiesa. Amando Cristo, capo della Chiesa, amiamo la Chiesa in quanto corpo di Cristo. Vivendo più intensamente il mistero di Cristo, comprendiamo anche maggiormente il mistero della Chiesa. Servendo la Chiesa, serviamo Cristo.

All’interno di questa relazione d’amore emerge il grande valore della nostra testimonianza. Infatti ogni nostra scelta non è una decisione che interessa soltanto noi, ma ha ripercussioni ampie, nella Chiesa e nella comunità umana. Ogni nostra scelta è come un sassolino gettato nel mare: essa produce inevitabilmente delle onde. Ogni decisione di bene propaga lentamente il bene. Ogni scelta compiuta contro la volontà di Dio fa dilagare il male, in primo luogo dentro di noi e intorno a noi…