Domenica della Parola di Dio 2024

Domenica della Parola di Dio 2024

Dom, 21 Gen 24 Formazione Ecclesiale

Mons. Fisichella descrive così la Domenica della Parola:

La Domenica della Parola di Dio è una iniziativa profondamente pastorale con cui papa Francesco vuole far comprendere quanto sia importante nella vita quotidiana della Chiesa e delle nostre comunità il riferimento alla Parola di Dio, una Parola non confinata in un libro, ma che resta sempre viva e si fa segno concreto e tangibile. Ogni realtà locale potrà trovare le forme più adatte ed efficaci per vivere al meglio questa Domenica, facendo «crescere nel popolo di Dio la religiosa e assidua familiarità con le Sacre Scritture» (Aperuit illis, 15). Questo Sussidio pastorale si propone come un aiuto che si vuole offrire alle comunità parrocchiali e a quanti si raccolgono per la celebrazione della santa Eucarestia domenicale, perché questa Domenica sia vissuta intensamente.

Anche quest'anno in molte Parrocchie e Diocesi si è celebrata con segni particolari ed evidenti questa giornata per ricordarci che la Parola di Dio è importante e necessaria per la nostra vita spirituale.

Come Famiglia Religiosa, da anni, presso la comunità "Domus Aurea" di Roma viene organizzata la lettura continua di un Vangelo, grazie al Vescovo Mons. Paolo Ricciardi. Quest'anno il Vangelo scelto è stato quello di Giovanni e dalle 15 di sabato 20 alle 00.30 di domenica 21 gennaio circa una ventina di persone sono rimaste con la Parola e hanno letto, pregato, meditato assieme su questo bellissimo testo.

Il Papa, nell'omelia a San Pietro che vi alleghiamo, chiede:
"E poniamoci, infine, qualche domanda. Io, quale posto riservo alla Parola di Dio nel luogo dove abito? Lì ci saranno libri, giornali, televisori, telefoni, ma dov’è la Bibbia? Nella mia stanza, tengo il Vangelo a portata di mano? Lo leggo ogni giorno per ritrovarvi la rotta della vita? Porto nella borsa un piccolo esemplare del Vangelo per leggerlo? Tante volte ho consigliato di avere sempre il Vangelo con sé, in tasca, nella borsa, nel telefonino: se Cristo mi è caro più di ogni cosa, come posso lasciarlo a casa e non portare con me la sua Parola? E un’ultima domanda: ho letto per intero almeno uno dei quattro Vangeli? Il Vangelo è il libro della vita, è semplice e breve, eppure tanti credenti non ne hanno mai letto uno dall’inizio alla fine."

Con questi interrogativi e questi inviti speriamo che la Parola di Dio abbia sempre più centralità nella nostra vita.

Foto copertina: dicastero Nuova Evangelizzazione