Madre del Verbo della gioia

Madre del Verbo della gioia

Gio, 11 Gen 24 Chiesa e Maria

Gesù è la buona notizia e, perciò stesso, è la bella notizia che rimane permanentemente, indistruttibile, per la vita di ogni uomo; il significato del termine “vangelo” è appunto questo. Gesù, la bella notizia che Dio ama gli uomini, è quindi l’origine e la fonte della nostra gioia. Il primo annuncio degli angeli alla nascita di Gesù è l’annuncio di una grande gioia (cf Lc 2,10) e uno degli ultimi desideri di Gesù per noi suoi discepoli è la gioia: “Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena” (Gv 15,9). Egli ci rassicura, proprio mentre sta per affrontare la morte in croce per noi: “Vi vedrò di nuovo e il vostro cuore si rallegrerà e nessuno potrà togliervi la vostra gioia” (Gv 16,22). Ci promette infine il dono dello Spirito Consolatore, il cui frutto è amore, gioia, pace… (cf Gal 5,22).

Maria è la Madre del Verbo della gioia: lei che lo ha seguito senza condizioni fino alla croce, ha esultato in Dio suo Salvatore (cf Lc 2,46) e ha fatto esultare di gioia Giovanni Battista quando ancora era nel grembo della madre (cf Lc 2,43). La “piena di grazia” è ricolma della gioia dello Spirito che l’ha avvolta con la sua ombra. La Chiesa guarda a lei per imparare a custodire sempre nel cuore il Verbo della gioia.