Catechesi di Papa Francesco - I vizi e le virtù: la speranza

Catechesi di Papa Francesco - I vizi e le virtù: la speranza

Gio, 09 Mag 24 Figlie della Chiesa Conoscere la Chiesa Spiritualità

Papa Francesco ha iniziato il mese di maggio con le virtù teologali e ieri, mercoledì 8 maggio, è toccato alla speranza. 

"Il cristiano ha speranza non per merito proprio. Se crede nel futuro è perché Cristo è morto e risorto e ci ha donato il suo Spirito. «La redenzione ci è offerta nel senso che ci è stata donata la speranza, una speranza affidabile, in virtù della quale noi possiamo affrontare il nostro presente» (ivi, 1). In questo senso, ancora una volta, noi diciamo che la speranza è una virtù teologale: non promana da noi, non è una ostinazione di cui vogliamo autoconvincerci, ma è un regalo che viene direttamente da Dio".

La speranza è dunque la virtù che ci permette di rialzarci dopo ogni caduta, di continuare a impegnarci per il bene anche se abbiamo fatto l'esperienza del falliento e del tradimento: Dio ci dona il perdono per riprendere il cammino perchè il suo desiderio è la felicità di ciascun uomo.

Accogliamo l'invito alla speranza in un tempo in cui troppe sono le voci contrastanti

Per leggere l'intera udienza clicca qui