La rivista Ecclesia Mater

Si tratta di sussidi che vengono pubblicati una o due volte all’anno come supplemento alla Rivista. Normalmente riportano il magistero del Sommo Pontefice, dando priorità alle sue Catechesi durante le Udienze Generali o ad altri temi importanti per la vita e la missione della Chiesa.

Quaderni

Misericordia - n. 46

Misericordia - n. 46

La porta della misericordia rimanga spalancata
La speranza cristiana - n. 47

La speranza cristiana - n. 47

La vera, grande speranza dell'uomo, può essere solo Dio
Eucaristia cuore della Chiesa - n. 48

Eucaristia cuore della Chiesa - n. 48

La Celebrazione domenicale dell'Eucaristia è al centro della vita della Chiesa
I dieci comandamenti via di libertà - n. 49

I dieci comandamenti via di libertà - n. 49

L'obbedienza alle "Dieci Parole" è un atto di fede che s'incarna nella quotidianità della vita
Nel cuore dei figli lo Spirito grida Abbà, Padre - n. 50

Nel cuore dei figli lo Spirito grida Abbà, Padre - n. 50

Padre! Fu Gesù che ci insegnò questa dolce parola. Egli solo poteva rivelarci il Mistero di questa Materna Paternità che si prodiga senza riserve ai prodighi e dona il suo, senza calcolo, agli egoisti, che fa sorgere il sole sui buoni e sui cattivi e fa scendere la pioggia sui giusti e sugli ingiusti; che ha dato al mondo il Figlio delle sue compiacenze e dà lo Spirito Buono a chi glielo domanda con fede (Maria Oliva Bonaldo)
Gesù, insegnaci a pregare! - n. 51

Gesù, insegnaci a pregare! - n. 51

All’origine della testimonianza della fede, che ogni cristiano deve dare in famiglia, nel lavoro, nell’impegno sociale, e anche nei momenti di distensione, sta la preghiera, il contatto personale con Dio; solo questo rapporto reale con Dio ci da la forza per vivere intensamente ogni avvenimento, specie i momenti più sofferti. Questo Santo ci ricorda anche l’importanza degli atteggiamenti esteriori nella nostra preghiera. L’inginocchiarsi, lo stare in piedi davanti al Signore, il...
San Giuseppe - n. 52

San Giuseppe - n. 52

E Giuseppe è “custode” [di Maria e di Gesù] perché sa ascoltare Dio, si lascia guidare dalla sua volontà, e proprio per questo è ancora più sensibile alle persone che gli sono affidate, sa leggere con realismo gli avvenimenti, è attento a ciò che lo circonda, e sa prendere le decisioni più sagge. In lui vediamo qual è il centro della vocazione cristiana: Cristo! Custodiamo Cristo nella nostra vita, per custodire gli altri, per custodire il creato! (Papa Francesco,...
Il dono e il senso della vecchiaia. La sapeinza del discernimento - n. 53

Il dono e il senso della vecchiaia. La sapeinza del discernimento - n. 53

Discernimento e anzianità sembrerebbero due termini senza alcun collegamento tra loro, ma riflettendoci, possiamo riconoscere che un filo rosso li unisce, rivelandone la relazione profonda. Il discernimento dovrebbe rappresentare il nostro stile di vita perché, come battezzati, siamo chiamati a cercare nel nostro quotidiano la volontà di Dio. Questo comporta non solo la capacità di guardare in profondità la realtà, interpretandola alla luce dei criteri evangelici, ma anche il saper...