Consacrazione laicale: fermento di vita evangelica nel mondo

Consacrazione laicale: fermento di vita evangelica nel mondo

Gio, 08 Feb 18 Consacrate "Ecclesia Mater"

Il numero 7.2 dello Statuto dell’Associazione dei Figli della Chiesa recita cosi: «I consacrati e le consacrate laiche, Ecclesia Mater, cercano di esprimere la maternità della Chiesa essendo fermento di vita evangelica nel mondo». Come secolari consacrate dentro l´Associazione dei fedeli, ci proponiamo di vivere il carisma dato a Madre Maria Oliva con la consacrazione nel mondo e manifestare nella nostra vita l'amore di Cristo, la sponsalità  e la maternità della Chiesa. Consapevoli della nostra consacrazione battesimale e della speciale chiamata di Dio a consacrarGli la vita, ci sentiamo spinte ad accogliere e rispondere all´amore di Dio; e siamo unite in modo speciale alla missione della Chiesa che, mossa dall'amore di Dio per l´uomo, è cosciente di dover prolungare l´incarnazione del Verbo e continuare nel tempo la sua opera  redentrice.

Uno dei tratti della nostra identità è la secolarità. In essa troviamo l'ambito, lo stile, i valori e il modo d´incarnare il nostro amore a Dio e, in esso, al prossimo, perché tutti possano sperimentare la gioia di essere figli di Dio. Incarnarsi nel mondo significa, per la secolare consacrata di Ecclesia Mater, esercitare la maternità spirituale della Chiesa, scomparire dentro la realtà per trasformarla, offrirla, assumerla e darle vita; diventando sale, luce e lievito.

Sale, luce, lievito: tre elementi che portano in sé la capacità di diluirsi e scomparire in altre realtà per cambiarle in profondità. Nell´impostare la nostra vita, siamo animate dal desiderio di rispondere alla chiamata ricevuta accogliendo la propria situazione lavorativa, familiare, ecclesiale come dono di Dio, luogo di santificazione e incontro con i fratelli.Come consacrate, cioè, come donne profondamente innamorate di Dio e che vivono la loro appartenenza a Cristo come nucleo centrale della loro esistenza, vogliamo consegnare tutte noi stesse a Colui che ci ha amato per primo e, immerse nel mondo, collaborare perché “La famiglia  umana diventi sempre più la famiglia di Dio”, come diceva la nostra Fondatrice.

La vita consacrata pùo essere vissuta con modalità diverse, ma è sempre chiamata a vivere un amore radicale. Noi lo viviamo nel mondo senza che nulla di esterno ci distigua dagli altri, attraverso la professione privata dei consigli evangelici; e ci impegniamo a vivere come Cristo, un amore povero, casto e obbediente. Come consacrate nel mondo viviamo la nostra donazione a Dio con una certa nota di riserbo, avendo come obiettivo specifico: ordinare secondo Dio le realtà temporali.

Aspiriamo a vivere la nostra secolarità consacrata nella Chiesa Madre, in comunione con María che con il suo “Sì” coraggioso e umile ha fatto possibile l'Incarnazione del Verbo.